Impiallacciatura dentale

Un sorriso bianco e splendente è l’arma vincente di un volto equilibrato. Tuttavia, problemi quali scheggiature, scolorimenti o usura, possono complicare il desiderio di ottenere un sorriso invidiabile. L’impiallacciatura dentale, in questi casi, può risolvere il problema: tale tecnica consistente in un particolare tipo di rivestimento dentale che, proprio come qualsiasi altro rivestimento, è stato progettato per migliorare l’aspetto dei denti scheggiati, usurati, o scoloriti. Ciò che rende le impiallacciature migliori rispetto ad altri tipi di rivestimenti in porcellana è che esse sono più forti e più resistenti di quelli in plastica.

Dove si effettua, quanto tempo impiega e quanto è doloroso il trattamento?

Le procedure sono eseguite presso lo studio del dentista e, di solito, durano circa un’ora per essere immesse sui denti del paziente. In alcuni casi, la procedura può richiedere due visite odontoiatriche per portare a completamento il lavoro. La lunghezza effettiva di tutta la procedura dipende comunque dalla quantità di lavoro dentale che deve essere effettuato. Per quanto riguarda il dolore, uno dei vantaggi delle impiallacciature è che non si avverte praticamente alcun disagio.

Che cosa posso aspettarmi dopo il trattamento?

Le impiallacciature regalano un bel sorriso. Inoltre, dal momento che sono forti e fatte per durare nel tempo, gli individui possono mantenere questo ritrovato sorriso per molti anni. Dal momento che le procedure ed i risultati variano, occorre consultare sempre il proprio dentista per approfondire con esattezza l’iter procedurale.

Chi è il candidato ideale:

In generale, i migliori candidati per le impiallacciature sono coloro che godono di una buona salute orale, coloro che vogliono migliorare l’aspetto dei propri denti, e coloro che hanno aspettative realistiche.

Inoltre, non esiste un’ età ideale durante la quale eseguire la procedura tranne, naturalmente, l’esclusione dei bambini che hanno ancora i denti da latte. In ogni caso, è bene assicurarsi di chiedere al proprio dentista se egli considera il trattamento adatto alla vostra specifica situazione.

Lascia un commento