Otturazioni indirette dei denti

Le otturazioni indirette dei denti, a differenza delle metodologie di riparazione standard che vengono effettuate negli studi dentistici, sono interventi realizzati in laboratorio e cementati o incollati alla superficie del dente durante una seconda visita presso il dentista. A differenza delle otturazioni standard, le otturazioni indirette, non vanno ad indebolire la struttura del dente, ma contribuiscono a rafforzarla. Dopo la procedura, il dente può sopportare fino al 50 e 75 per cento di forza in più durante la masticazione.

Ma quali sono i vantaggi più comuni delle otturazioni indirette? Tali interventi, premettiamo, sono dei metodi di riparazione della carie estesa, o di un danno ampio, senza dover necessariamente sostituire l’intera porzione esterna del dente con una corona. Ne consegue che con le otturazioni indirette viene rimosso minore materiale dentario, e si tende pertanto ad avere un approccio ben più conservativo. Tali otturazioni tendono a durare nel lungo termine, riducendo le necessità di un secondo o di un terzo intervento nel breve termine.

Le otturazioni indirette dei denti richiedono fondamentalmente due visite presso il dentista. Al primo appuntamento il dentista inizierà la procedura per intorpidire la zona utilizzando un anestetico locale. Il decadimento o il danno viene rimosso con un trapano e si procede alla preparazione del dente per la sua nuova superficie. Dopo che tutta la parte danneggiata viene rimossa, viene presa un’impronta del dente e si prepara il materiale per l’otturazione in una forma che si adatta esattamente al dente. Un restauro temporaneo viene posizionato sul dente per proteggerlo fino a che la nuova struttura non viene legata al dente.: tale operazione può richiedere circa due o tre settimane.

Utilizzando un calco, un laboratorio prepara la nuova superficie del dente con oro, porcellana o resina composita. Al ritorno presso lo studio del dentista, il restauro temporaneo viene rimosso e la superficie viene pulita per preparare la nuova struttura.

Lascia un commento